La Ricerca

conchiglia_smallLa cornice universitaria all’interno della quale molti dei professionisti legati all’Associazione svolgono la loro attività, fa sì che i progetti di Salute allo Specchio Onlus si accompagnino, laddove possibile, a progetti di ricerca volti ad ottenere feedback puntuali e precisi sui risultati effettivamente raggiunti.

Attualmente, nell’ambito del progetto “Salute allo Specchio”, è in corso una valutazione articolata in tre tempi (a inizio e conclusione di ciascun ciclo di incontri e a distanza di 3 mesi da essi), rispetto a:

  • Ansia
  • Depressione
  • Qualità di Vita
  • Autostima
  • Percezione della propria immagine corporea

La scelta di focalizzarsi su questi costrutti è legata all’esperienza clinica e a quanto evidenziato dalla letteratura scientifica internazionale.

Ansia e depressione rappresentano infatti le due principali reazioni psicologiche alla diagnosi e al percorso di cura, con notevole impatto sul benessere del paziente e sulla compliance alle cure (Rosman, 2004). Allo stesso modo, la malattia e i suoi trattamenti possono associarsi a effetti collaterali molto aggressivi, che impattano negativamente sulla percezione della propria immagine corporea (Larouche & Chin-Peuckert, 2006; Harcourt & Frith, 2008), sui livelli di autostima (Carpenter et al., 1994) e sulla qualità di vita (Lyons Shelton et al., 2004).

 

I dati raccolti vengono periodicamente analizzati ed utilizzati per convegni, congressi e pubblicazioni scientifiche.

 

tre